Conciliante Idolatria

Conciliante Idolatria

“Oltre a questo, hanno mandato a cercare uomini che vengono da lontano; a loro hanno inviato messaggeri, ed ecco che sono venuti. Per loro ti sei lavata, ti sei imbellettata gli occhi, ti sei coperta di ornamenti” [Ezechiele 23:40]

 

Solitamente colleghiamo l’idolatria al culto delle immagini, ma vi è un altro aspetto della questione, che ci può interessare molto più da vicino, e riguarda tutte quelle cose che sappiamo Dio disapprova, ma che ci affascinano al punto che siamo disposti anche a chiudere un occhio e a scendere a qualche compromesso.Gli esempi a proposito si sprecano, ma ciò che è più pericoloso è il nostro atteggiamento, che all’improvviso diviene conciliante di fronte a realtà e atteggiamenti che non sono nella volontà del Signore.Notiamo, per esempio, come le donne, alle quali si accenna nel testo, si acconcino per essere desiderabili. Quante volte anche noi abbiamo fatto di tutto pur di soddisfare il nostro orgoglio e la nostra vanità. Proprio in quei momenti, mentre eravamo presi unicamente dai nostri interessi, offrivamo al Signore i segni esteriori della nostra devozione per ribadire il sentimento religioso che ci animava e ricevere l’approvazione di chi ci stava attorno.Chiediamo al Signore di aiutarci a rimanerGli fedeli, affinché tutto quello che Lui ci ha donato serva ad adorarLo sempre meglio e non sia usato in maniera sconveniente; poiché soltanto Dio deve essere di gran lunga al primo posto nell’elenco dei nostri interessi.Spandiamo il nostro cuore dinanzi a Lui e adoriamoLo, e riteniamo questo tesoro che abbiamo ricevuto in dono: lo Spirito Santo, che ci trasforma santificandoci, e ci guida nella preghiera riempiendoci il cuore di meravigliose benedizioni.