Scelte Sbagliate Aiuto Divino

Scelte Sbagliate Aiuto Divino

“Allora i Gabaoniti mandarono a dire a Giosuè,

all’accampamento di Ghilgal: Non negare ai tuoi servi il tuo aiuto;

affréttati a salire da noi, liberaci, soccorrici …”

[Giosuè 10:6]

 

La battaglia di Gabaon fu una delle più cruente che gli Ebrei dovettero affrontare in questa fase della guerra, e fu una conseguenza dei loro cedimenti nei confronti dei Gabaoniti. Non fu Dio a ordinare questa battaglia, ma i Gabaoniti sollecitarono l’intervento dell’esercito d’Israele, i quali, in virtù del patto stipulato, dovettero rispondere alle loro invocazioni d’aiuto.

La battaglia ebbe un esito favorevole per Israele soltanto perché Dio combatté per loro: infatti furono più quelli che vennero uccisi dalla grandinata di pietre, che quelli che morirono per la spada. Giosuè, in questa occasione, non si mosse prima di aver avuto istruzioni da Dio, e soltanto quando fu certo dell’appoggio divino mosse guerra al nemico.

Questa battaglia fa da sfondo a uno dei più strepitosi miracoli che Dio abbia mai operato in favore del Suo popolo. Il sole, infatti, per ordine di Giosuè si fermò in mezzo al cielo. I credenti, ponendo fiducia nelle parole della Scrittura, accettano avvenimenti del genere, anche se coloro che ragionano da un punto di vista scientifico contestano la veridicità di un tale accadimento, negando l’ispirazione divina della Bibbia.

Giosuè non si esprime in un linguaggio scientifico, lui conosce soltanto le parole della fede e per questo grida: “Fermati o sole!”. Anche se noi viviamo in tempi caratterizzati da una filosofia positivista e scientista, che fa ricorso a linguaggi eruditi e specialistici quasi per intimorire eventuali contestatori e nascondere il vuoto cavernoso che si cela dietro certe espressioni altisonanti, vogliamo, al pari di Giosuè, “parlare” le parole della fede, seguire la “logica” della fiducia in Dio. Soltanto così il Signore potrà venire in nostro soccorso, anche nei guai in cui siamo abilissimi a cacciarci.

 

 

Lettura biblica: Giosuè 10:1-11 [vd. Salmo 121:1-8]