VERO RIPOSO

VERO RIPOSO

“Cosí parla Dio, il Signore: La porta del cortile interno, che guarda verso oriente, resterà chiusa durante i sei giorni di lavoro:ma sarà aperta il giorno di sabato …” [Ezechiele 46:1]

Il giorno di “sabato” è menzionato spesso nei libri dell’Antico Testamento ed è stato per molti secoli un giorno particolare, da consacrare interamente a Dio, riposandosi da ogni fatica. Sotto il Nuovo Patto tutto il tempo di cui dispongono i credenti appartiene al Signore e non solamente un giorno particolare. Il sabato, infatti, non è che l’ombra e la prefigurazione di una realtà ultima rappresentata dal vero riposo in Cristo, che tutti gli uomini possono realizzare solamente se vanno a Lui con fede, portandoGli fiduciosamente i loro pesi.I credenti, liberati dal legalismo religioso e riscattati dalla maledizione delle opere della legge, ora possono avere accesso quotidianamente a Dio, passando attraverso l’unica Porta (Gesù) e presentando la sola offerta accettabile: Gesù Cristo, l’Agnello senza difetto né macchia, immolato nel pieno della Sua vita per la salvezza di tutti gli uomini.Cari lettori, se vi trovate ad affrontare le prove più dure e siete stanchi di portare certi pesi, accettate il pressante invito di Gesù: “Venite a me voi tutti che siete travagliati ed aggravati ed Io vi darò riposo”. Se i pesi che non riuscite più a portare sono i vostri peccati, sappiate che confessandoli a Dio, Egli è fedele e giusto da purificarvi interamente da ogni iniquità.Possa dunque lo Spirito Santo aiutarvi ad entrare nel vero riposo, attraverso l’unica porta accessibile, facendovi così precedere, agli occhi di Dio, dall’offerta di Gesù Cristo fatta una volta e per sempre.