IL SIGNORE E’ LA’

IL SIGNORE E’ LA’


“Il perimetro sarà di diciottomila cubiti. Da quel giorno, il nome della città sarà: Il Signore è là”[Ezechiele 48:35]

 

Chi pensa che i profeti rimanessero indifferenti mentre pronunciavano parole di giudizio nei confronti di Israele, dimostra di non aver compreso l’affettuosa sollecitudine che li portava ad identificarsi in pieno con le vicissitudini del loro popolo, e il sentimento stesso suscitato dallo Spirito che li guidava ed infondeva in essi il coraggio per affrontare qualsiasi circostanza.Non sarà difficile perciò, comprendere il dolore di Ezechiele, profeta di stirpe sacerdotale, nell’osservare l’allontanamento della Gloria di Dio dal tempio, in cui si era così potentemente manifestata al momento della sua dedicazione ad opera di Salomone. Non sarà altrettanto semplice comprendere quanto può essere stata grande la sua gioia, quando lo Spirito Santo lo spinse a sostituire l’“Icabod” con il “Yahwèh Shamman” cioè, “Il Signore è là”!C’è da chiedersi soltanto se la profezia di Ezechiele abbia trovato la sua piena realizzazione nell’era della Chiesa, oppure se, nella presente dispensazione dello Spirito Santo sia ravvisabile soltanto un avveramento parziale che avrà il suo totale adempimento nel millennio, allorché Cristo verrà per redimere completamente Israele.Crediamo che la risposta ad una simile domanda non abbia eccessiva importanza e che non si tratti di un quesito che dobbiamo risolvere ad ogni costo, come hanno fatto alcuni fissando date e dando interpretazioni definitive a questa come ad altre profezie concernenti gli eventi degli ultimi tempi.L’importante è sapere che Cristo abita in noi per mezzo dello Spirito Santo e che la Sua presenza dirige i pensieri e le azioni di tutti i veri figli di Dio. Questo soltanto ci dà la certezza che la profezia “Il Signore è là” ha trovato il suo pieno adempimento, avendo compreso per esperienza le parole di Gesù che disse: “Il regno di Dio non viene in modo da attirare gli sguardi; né si dirà: Eccolo qui, o eccolo là; perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi” (Luca 17:20, 21) e, “… dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lí sono io in mezzo a loro” (Matteo 18:20).