Dare Gratuitamente

Dare Gratuitamente

“Allora i figli d’Israele diedero ai Leviti, dalla loro eredità, le seguenti città con le campagne circostanti, secondo il comandamento del Signore”

[Giosuè 21:3]

 

Il testo ci ricorda il comandamento che Dio aveva dato a Mosè, descritto nell’intero capitolo 35 del libro dei Numeri. Nel brano viene specificato che ai Leviti dovevano essere date quarantotto città con i rispettivi contadi, sei di quelle sarebbero state, inoltre, città di rifugio.

“Dare!”. È l’imperativo del vero credente, caratterizzato dalla gratuità: “… gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Matteo 10:8). Il popolo d’Israele aveva ricevuto gratuitamente la terra promessa, e loro, liberalmente, donarono le città ai loro fratelli Leviti. Non si dimostrarono gelosi delle proprietà che avevano appena ricevuto, ma ubbidirono con prontezza al comando del Signore. È un bell’esempio di come ogni credente dovrebbe comportarsi per essere un araldo della Buona Novella, dimostrandosi generoso nei confronti dei fratelli. Ciò che abbiamo ricevuto in dono da Dio deve essere riversato su coloro che ci stanno attorno.

Dare senza riserve! Le tribù che dovettero donare le città, non si ribellarono al Signore; Dio ci chiama a essere ubbidienti e a donare con tutto il cuore: “… Dio ama un donatore gioioso” (II Corinzi 9:7).

Dare nella misura nella quale abbiamo ricevuto! Anche questo insegnamento che ci viene dalla lettura del capitolo 35 del libro dei Numeri è prezioso per il credente. A volte, il Signore ci benedice in un modo particolare, ma la nostra reazione nei confronti delle persone che ci stanno attorno non è corrispondente a ciò che abbiamo ricevuto. Come un’anfora che non viene svuotata non può essere riempita, così noi credenti, se non riversiamo sul prossimo il frutto delle benedizioni divine, non possiamo essere pronti per ricevere la nuove benedizioni che il Signore ci vuole dare.

Tutte le nostre energie devono essere volte a “dare” senza riserve, dare con la stessa gioia e gratitudine che abbiamo provato nel momento di ricevere.

 

 

 

Lettura biblica: Giosuè 21:1-26 [vd. Matteo 10:1-15]