Vita da Bestie

Vita da Bestie

“Tu sarai scacciato di mezzo agli uomini e abiterai con le bestie dei campi; ti daranno da mangiare erba come ai buoi, e passeranno sette tempi sopra di te, finché tu riconoscerai che l’Altissimo domina sul regno degli uomini e lo dà a chi vuole”[Daniele 4:32]

Proprio perché il fatto è di per sé impressionante, è relativamente facile trarre un insegnamento da questo versetto. È piuttosto agevole rifarsi alle conclusioni a cui giunge l’Ecclesiaste per sentenziare che l’uomo, lontano dalla giustizia di Dio, anche se gode di un invidiabile posizione sociale, non è altro che una bestia (cfr. Ecclesiaste 3:17, 18). Ma anche questi “uomini-bestia” sono presi in seria considerazione dal Signore: Egli ha un pensiero pietoso, un gesto d’amore, un programma di salvezza, di ricupero della dignità e della vita anche per costoro. Nel libro di Isaia, Dio, dopo essersi indirizzato a uomini assetati e affamati, offre loro nutrimento spirituale, rivolgendo l’invito: “Comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte … O voi tutte, bestie dei campi, venite a mangiare, venite, o voi tutte, bestie della foresta!”.Uomini visti, dunque, come animali. La lezione che possiamo trarre da quanto accadde a Nabucodonosor è che l’uomo, per quanto potente possa essere, se si oppone a Dio, sostituendosi a Lui si degrada al rango di bestia selvaggia, mettendo a nudo tutta la propria brutalità.Ma quel che è più conta è che Nabucodonosor non avrebbe imparato nulla di ciò che il Signore operò nella sua vita se Daniele non avesse spiegato il sogno premonitore mandatagli da Dio stesso. Sogni e visioni sono ancora mezzi che eccezionalmente il Signore usa per comunicare con l’uomo (cfr. Atti 2:17; Matteo 1:20; 2:12; Giobbe 33:14-18), ma in tutto questo Satana si inserisce interferendo con i suoi sogni e le sue rivelazioni. Occorre la stessa sapienza di Daniele, quella conferita dallo Spirito Santo, per guidare gli uomini alla Verità e rimanere costantemente in sintonia con la volontà di Dio e la Sua Parola – unica regola di fede e di condotta – in modo da condurre una vita santa e consacrata al Signore e salvare altre anime dalla perdizione eterna.