La sprema vittoria

La sprema vittoria

“Poi disse: ‘Ecco, io ti farò sapere ciò che avverrà nell’ultimo tempo dell’indignazione; perché la visione riguarda il tempo della fine’” [Daniele 8:19]

Daniele si trovava nella residenza reale di Susa (v. 2) quando ebbe la visione di un montone con due corna, una più alta dell’altra. Le corna rappresentavano il re dei Medi e quello dei Persiani, simboleggiato dal corno più alto, poiché quest’ultimo dominò infine anche sui Medi. Mentre ancora considerava questa visione, eccone un’altra: un capro con un grande corno si avventò con tutta la sua ferocia sul montone, lo atterrò e lo calpestò, spezzandogli le corna. Il montone non ebbe la forza di reagire. Il capro (che simboleggia la Grecia) divenne sommamente grande, ma all’apice della sua potenza il corno gli si spezzò. Al suo posto nacquero altre quattro corna (raffiguranti quattro regni) e da uno di essi uscì un piccolo corno, il quale diventò grande e prese il posto dei quattro regni.Con la scomparsa dei quattro regni rimase il soggetto centrale che rappresenta l’avvenire d’Israele, il quale culmina la loro ribellione da cui sorgerà un re dall’aspetto feroce contro il popolo d’Israele nel periodo della “Grande Tribolazione”, periodo durante il quale anche il mondo intero sarà sommerso e soggiogato dalla mano dell’avversario e dal peccato.Durante la “grande tribolazione” tutti gli uomini saranno sottoposti al volere del diavolo, che si servirà di un grande dittatore, di un peccatore privo di pietà ed amore, per adempiere i suoi malvagi disegni.Il mondo intero sarà sotto il governo dell’anticristo. Quanti si convertiranno in quel periodo saranno brutalmente perseguitati, in particolare la nazione d’Israele passerà un periodo di afflizioni.Ma davanti a questo campione di empietà, si erge vittorioso Gesù Cristo, Colui che ha vinto Satana, la morte ed il peccato, che distruggerà il diavolo con il soffio della Sua bocca e lo annienterà con l’apparizione della Sua venuta, stabilendo il Suo governo nel quale sarà Sovrano.