Acquistare Nuove Forze

Acquistare Nuove Forze

“Anima mia, avanti, con forza!”

[Giudici 5:21]

Il Signore, per mano di Debora e di Barac, diede a Israele una strepitosa vittoria sui Cananei. Ora Debora, sotto l’impulso dello Spirito Santo, canta. Canta per quella vittoria alla gloria di Dio. Nella prima parte del canto esalta le risoluzioni del cuore di tutti i valorosi d’Israele che sono andati a combattere, in questa seconda parte invece evidenzia la vittoria da loro riportata. La descrizione poetica è straordinaria.

Quanti sono veramente consapevoli della salvezza ricevuta e si arrendono nelle mani del Signore facendosi usare da Lui, beneficiano poi di quelle vittorie che li portano ad acquistare nuove forze e a lodare Iddio con rinnovato entusiasmo.

“Anima mia, avanti, con forza!”, grida Debora descrivendo l’intervento liberatore di Dio in quella battaglia. C’è vituperio, maledizione per chi non ha combattuto o è stato sconfitto. C’è benedizione, gloria per chi è stato usato per combattere e vincere. Ma lo sguardo ispirato di Debora non si ferma al contingente, a quella temporanea vittoria. Esso va oltre, lontano, fino a raggiungere orizzonti eterni, quando periranno “tutti i nemici” dell’Eterno, e quando “i giusti risplenderanno come il sole nel Regno del Padre loro”.

È importante notare il parallelo tra l’ultimo verso del canto di Debora e la promessa che Gesù rivolge a quei giusti che, secondo la parabola delle zizzanie, son tutti coloro che costituiscono la buona semenza, in contrasto ai figli del maligno, che sono le zizzanie nel mondo. Quei giusti, alla fine dell’età presente, saranno quel grano che verrà raccolto nel granaio di Dio, mentre i loro nemici, gli avversari del Signore, saranno gettati nella fornace di fuoco. Quei giusti “risplenderanno come il sole nel Regno del Padre loro. Chi ha orecchi da udire oda”.

“Anima mia, avanti, con forza!”

 

Lettura biblica: Giudici 5:21-31 [vd. Matteo 13:36-43]