Il Signore Regnerà Su Voi

Il Signore Regnerà Su Voi

“Gedeone rispose loro: ‘Io non regnerò su di voi, né mio figlio

regnerà su di voi; il Signore è colui che regnerà su di voi!’”

[Giudici 8:23]

 

Il testo descrive il declino di un popolo che abbandona l’alto ideale di un governo dove Dio è Sovrano in modo diretto, senza mediazioni, dell’intera nazione. Questo popolo che doveva tutto al Signore e che in virtù della sua esclusiva vocazione non avrebbe mai dovuto assomigliare alle altre nazioni, ora chiede a Gedeone di regnare su loro. Il fatto che Dio soltanto fosse il sovrano, costituiva la caratteristica peculiare del popolo d’Israele, era il segreto della loro reale potenza tra le nazioni e, l’allontanamento da questo glorioso ideale, la loro ribellione al governo divino, fu la causa di tutti i problemi individuali e nazionali.

I giudici erano suscitati da Dio per richiamare la nazione alla sottomissione all’unico Signore, l’Iddio vivente, ma essi, dopo un breve periodo di fedeltà, tornavano di nuovo allo sviamento e alla ribellione prendendo come modello i sistemi di vita e di governo dei popoli vicini.

In questo caso particolare, essi proposero a Gedeone di stabilire un regno di carattere ereditario ma egli rifiutò, rivelando così una precisa conoscenza della verità divina.

Questa è la vera attitudine di tutti quelli che Dio ha chiamato a guidare il Suo popolo e a predicare un messaggio di liberazione. La loro guida non deve mai sostituirsi alla sovranità che è una prerogativa esclusiva di Dio: il Signore Gesù Cristo è il Re che regna direttamente sui Suoi redenti, mediante l’opera dello Spirito Santo.

Quanti Iddio ha chiamato a svolgere un ministerio in seno alla chiesa, non devono mai “signoreggiare la greggia”, ma onorare la sovranità di Colui al Quale tutti apparteniamo per l’opera di redenzione.

Riconoscere questo principio sempre attuale è il segreto per permettere a Dio, mediante il Suo Spirito, di guidare i redenti di Cristo sulla via della vita e della gloria.

 

Lettura biblica: Giudici 8:17-35 [vd. Salmo 93]