Un Re Crudele

Un Re Crudele

“Egli andò alla casa di suo padre, a Ofra, e uccise sopra una stessa

pietra i suoi fratelli, settanta uomini, figli di Ierubbaal; ma Iotam,

figlio minore di Ierubbaal, scampò perché si era nascosto”

[Giudici 9:5]

In questo brano della Sacra Scrittura è narrata la storia di un personaggio ambizioso che voleva a tutti i costi regnare e signoreggiare sul popolo: Abimelec, figlio di Gedeone e di una sua concubina. Il significato del nome Abimelec è “padre del re”, ma il comportamento malvagio di quest’uomo, non era assolutamente coerente con quella che era l’espressione del suo nome.

Dopo che i suoi settanta fratelli, in seguito alle sue pressioni, convinsero il popolo di Sichem a proclamarlo re (forma di governo che Dio non aveva ancora stabilito), Abimelec manifestò immediatamente la sua malvagità facendoli uccidere tutti; soltanto il fratello più piccolo, Iotam, riuscì a scampare all’eccidio.

La sua ambizione lo portò a sfidare persino il Signore, appoggiandosi su Baal e i suoi sacerdoti che suo padre Gedeone aveva cercato di eliminare dal paese. Il malvagio Abimelec era l’esatto opposto di ciò che doveva essere un giudice di Dio e morì tragicamente durante l’assedio alla fortezza di Tebes, colpito al capo da un pezzo di macina gettata da una donna dall’alto delle mura.

È veramente abissale la differenza di comportamento di questo ambizioso re, Abimelec, paragonato a quello del nostro Re, Cristo Gesù, che per amore della Sua creatura, pur essendo forte si fece debole, si lasciò schernire, oltraggiare e crocifiggere. Egli, giusto, morì per gli ingiusti, ma tornò in vita per la potenza di Dio e ora è alla destra della Maestà nei cieli e ritornerà sulla terra per regnare con giustizia.

Studiamoci di apprezzare il dono incomparabile della Grazia divina e adoperiamoci per onorare il nostro Re eterno così benigno e pieno di amore, servendolo con fedeltà tutti i giorni della nostra vita: nel fare ciò ci ritroveremo un giorno a regnare con Lui per l’eternità!

 

 

Lettura biblica: Giudici 9:1-20 [vd. I Re 16:29-34]