Vento d’idolatria

Vento d’idolatria

“Il vento si legherà Efraim alle proprie ali,

ed essi avranno vergogna dei loro sacrifici”

[Osea 4:19]

 

Il “vento” dell’idolatria, della prostituzione, dell’apostasia e del peccato aveva avvolto il Regno del Nord.

Il profeta Osea inizia il suo ministerio sotto il governo di Geroboamo, nel periodo della sua massima potenza. Qui viene descritta chiaramente la condotta apostata di Israele la quale avrebbe portato al rigetto di tutta la nazione insieme al suo re.

La società è immorale: le fanciulle si sono prostituite, le donne sposate sono infedeli, i sacerdoti vivono dei peccati del popolo, gli uomini sono corrotti e Betel diviene il principale santuario dedicato agli idoli del Regno del Nord. Efraim, la maggiore delle tribù che compongono questo stato, ha offeso anche lei il nome del Signore, offrendo il suo culto agli idoli. Solamente Giuda non è scesa tanto in basso compromettendosi con l’idolatria e per questo motivo sopravvivrà ancora per circa cento anni alla distruzione.

Il “vento” dell’idolatria aveva già avvolto la nazione nelle proprie ali, per portarla in un’altra terra.

Certamente questa metafora colpisce ancora oggi molti popoli, specie quando vediamo che il vento della corruzione, della guerra e dell’odio colpisce una nazione, i suoi governanti, i religiosi e la società tutta. La posizione di una tale nazione è come quella di chi viene trasportato in esilio, prigioniero in un’altra terra. Ogni volta che Israele fu preso dal “vento” egiziano e babilonese fu portato in cattività e ridotto in schiavitù.

Le forze del male ci vorrebbero condurre nel regno delle tenebre, ma sia ringraziato il nostro Dio vivente che manda il vero vento, il soffio dello Spirito Santo, quel vento impetuoso, che trasporta l’uomo naturale in un nuovo regno, nel mondo della benedizione e della giustizia.

Possa tu, amico caro, essere investito dalla potenza rigeneratrice dell’Evangelo, per essere trasportato dalle tenebre alla luce del Regno di Dio e gustare le meraviglie della vita di gloria in Cristo Gesù, preparata per tutti coloro che credono.