Scossi e Vagliati

Scossi e Vagliati

“Poiché, ecco, io darò ordini e scuoterò la casa d’Israele fra tutte le nazioni,

come si scuote il setaccio; non cadrà nemmeno un granello in terra”

[Amos 9:9]

 

Questo capitolo riporta l’ultima visione del profeta e racchiude gli ammonimenti finali che il Signore volle far pervenire al Suo popolo. La Parola di Dio, ancora una volta tutt’altro che conciliante, rivela che il giudizio del Signore sarà irresistibile e la casa d’Israele sarà quindi scossa, vagliata “e non cadrà nemmeno un granello in terra”.

Dio non accomuna mai nei Suoi giudizi gli onesti con i malvagi, la Sua giustizia non è mai sommaria. I giusti soffrono insieme con gli altri, ma la loro reazione di fronte al dolore è completamente diversa: quella sofferenza non li consuma, anzi, spesso è costruttiva e diviene il mezzo attraverso il quale i giusti giungono ad una più intima comunione con Dio.

Il libro si conclude con un messaggio consolante e con una promessa di ristoro. Ogni cosa è rimandata al momento della redenzione e del riscatto di tutta la nazione, giorno di festa e di vittoria, quando il Signore riedificherà l’opera delle Sue mani e si glorificherà nel ristabilire Israele. Quando accadrà tutto ciò? I tempi di Dio non sono prevedibili, ma quello che possiamo mettere sicuramente in conto è che davanti al Signore non esistono privilegi acquisiti, diritti insindacabili: la redenzione segue il pentimento, la pace segue il perdono, l’umiliazione precede la gloria. Sono tutti termini non invertibili, sono tutte cause mancando le quali non avremo alcun effetto. Bisogna offrire a Dio l’occasione per riparare le rotture, restaurare le rovine e ricostruire come ai tempi antichi.

Queste parole sono vibranti di speranza ed esprimono il trionfo finale dell’amore di Dio, ma ricordiamo che “non cadrà nemmeno un granello in terra”, tutti cioè dovranno passare all’esame della giustizia del Signore, nessuno ne sarà esentato.

Dio, mediante il Suo Spirito, purificherà interamente l’aia e raccoglierà il Suo grano nel granaio mentre la pula sarà bruciata con un fuoco inestinguibile.