Certezza di Perdono

Certezza di Perdono

“Tu mostrerai la tua fedeltà a Giacobbe, la tua misericordia ad Abraamo, come giurasti ai nostri padri, fin dai giorni antichi”[Michea 7:20]

Il libro del profeta Michea si chiude con una commovente preghiera innalzata a Dio per il Suo popolo (vv. 18, 19). Le ultime parole descrivono un futuro glorioso, nel quale il Signore adempirà fedelmente le promesse fatte ai padri.Il profeta, dopo aver esaltato la sovranità di Dio, mostra di avere fiducia nel Suo perdono, che certamente non sarebbe mancato, poiché Israele aveva confessato i propri peccati, manifestando un sincero dolore per averli commessi (vv. 1-16). Sicuramente si adempirà la promessa divina: “Chi copre le sue colpe non prospererà, ma chi le confessa e le abbandona otterrà misericordia” (Proverbi 28:13).Ringraziamo Dio, che nel Suo grande amore è sempre pronto a perdonare le nostre iniquità e a cancellare tutti i nostri peccati. Egli non si rallegra per la morte dell’empio, al punto che in ogni Sua azione, nell’intera Scrittura, ci appare teso a concedere un perdono immeritato, almeno quando umilmente riconosciamo i nostri errori e proviamo dolore per averli commessi. Egli non soltanto perdona, ma cancella definitivamente il nostro peccato con il sangue prezioso del Suo Figliuolo versato al Golgota.L’apostolo Giovanni ci assicura che “se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità” (I Giovanni 1:9). In Gesù vi è un’abbondanza inesauribile di perdono e misericordia, e tutto ciò non si limita ad un singolo atto di grazia, ad una bella esperienza relegata in un passato lontano, ma si rinnova ogni mattina.Perdono gratuito ed eterno viene offerto da Dio a quanti credono ed accettano Gesù come loro personale Salvatore. Il trono del Signore, infatti, non è il trono di un giudice malvagio sempre pronto a giudicare e condannare, ma è il trono della grazia, del perdono, della redenzione: “Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, per ottenere misericordia e trovar grazia ed essere soccorsi al momento opportuno” (Ebrei 4:16).