Chiamata Al Servizio

Chiamata Al Servizio

“E la parola di Samuele era rivolta a tutto Israele”

[I Samuele 4:1]

 

In quel periodo, così critico e deprimente per tutto Israele, Dio trovò un fanciullo che era disposto a rispondere alla Sua chiamata, e sul quale avrebbe potuto sicuramente contare. Il Signore fece di questo ragazzo un profeta, un sacerdote, un maestro e un giudice. Il giovane Samuele faceva da “cassa di risonanza”; infatti, per mezzo di lui, il Signore poté riunire le tribù disperse e restaurare i fondamenti spirituali della nazione. Samuele è la vivida immagini di:

1. Un ragazzo che serve il Signore .

Mentre altri ragazzi se ne sarebbero andati in giro a far quello che piaceva loro, Samuele era sempre al suo posto, compiendo tutti i doveri del suo ministerio. L’educazione che Eli impartì a Samuele riguardava gli atti esteriori relativi al servizio dell’arca, nonché la sottomissione e l’ubbidienza alla persona del sommo sacerdote. Imparò a preparare l’olio per la lampada, ad aprire le porte del Tempio e a conoscere la legge di Dio.

2. Un ragazzo che ascolta il Signore .

Samuele giaceva sul suo letto quando il Signore lo chiamò per nome. Immediatamente saltò giù dal suo giaciglio e andò da Eli. Dio usa dei metodi diversi per attirare gli uomini, nel caso di Samuele chiamò mediante una voce udibile a cui finalmente rispose: “Parla poiché il tuo servo ascolta”.

3. Un ragazzo che ubbidisce al Signore .

Questo ragazzo ricevette un messaggio da Dio, per riferirlo a Eli. Certamente non era facile dire a un sacerdote che Dio lo avrebbe presto giudicato per la condotta malvagia della sua famiglia. Eli però chiamò Samuele e lo obbligò a dirgli tutto quello che il Signore gli aveva rivelato. Samuele continuò a rispondere a Dio il Quale continuò a essere con lui per benedirlo e servirsene.

Il Signore non manca mai di rivelarsi a ogni anima che è disposta a servire, ascoltare e ubbidire.

 

 

 

Lettura biblica: I Samuele 4:1-22 [vd. Isaia 6]