Soccorsi Da Dio

Soccorsi Da Dio

“Allora Samuele prese una pietra, la pose tra Mispa e Sen,

e la chiamò Eben-Ezer, e disse: ‘Fin qui il Signore ci ha soccorsi’”

[I Samuele 7:12]

 

Quando facciamo un bilancio della nostra vita, i pensieri a volte si concentrano su due fattori ben distinti: i nostri fallimenti personali e la cura misericordiosa da parte di Dio. Vorremmo che questo secondo soggetto riempisse la nostra mente, oggi più che mai.

Riguardando al passato, che sia lungo oppure breve, il credente è in grado di riconoscere la misericordia del Signore. Egli ha sopportato con pazienza la nostra lentezza ad apprendere e la nostra mancanza di volontà nel seguirlo. Nonostante la nostra insubordinazione, Egli ci ha sopportato e ci ha portato avanti. Oggi siamo ancora in vita, unicamente per la Sua grazia. Egli ci ha ammaestrati, esattamente come un padre si preoccupa di istruire un figlio. Il Signore ci ha insegnato a confidare in Lui come un’aquila insegna al proprio piccolo la tecnica del volo e ad affidarsi all’aria. Queste lezioni non le abbiamo apprese facilmente, ma la Sua misericordia e pazienza sono state maggiori della nostra difficoltà, ed Egli, che ci amò al punto da provvedere la nostra redenzione, ci ha portato avanti fino a oggi. Tutte le esperienze della Sua grazia, fin qui sperimentate, sono state concepite per incoraggiarci e indurci a sperare in Lui anche per il futuro. Persino nella vecchiaia, quando le nostre capacità fisiche si riducono e aumenta la nostra dipendenza dagli altri, Egli ha promesso di essere con noi e di mostrarsi degno della nostra fiducia, mantenendo fede alle Sue promesse in virtù dell’amore che Lo lega a noi. A questo punto possiamo gettare il nostro peso sul Signore con rinnovata fiducia e rifiutare di essere ansiosi riguardo al futuro. Il domani ci riserva mille incognite, eppure certamente esso porterà con sé il perfezionamento e il definitivo compimento dei Suoi piani. Il nostro Padre celeste conosce i nostri bisogni reali e vi supplirà, come ha sempre fatto: il Suo nome è “Eben-Ezer: Fin qui il Signore ci ha soccorsi”. In prospettiva, e in vista del nostro futuro, Egli sicuramente si rivelerà come “Yahwèh – Jireh, Dio provvederà”.

 

 

Lettura biblica: I Samuele 7:2-17 [vd. II Corinzi 1:3-10]