Partecipi Della Sua Eredità

Partecipi Della Sua Eredità

“Allora Samuele prese un vasetto d’olio, lo versò sul capo di lui, baciò Saul e disse: Il Signore non ti ha forse unto perché tu sia capo della sua eredità?”

[I Samuele 10:1]

 

Il brano in questione tratta di uno dei periodi più importanti dell’intera storia d’Israele.

Mosè, Giosuè e tutti i Giudici fino a Samuele si erano succeduti alla guida della nazione, fino a quando Israele iniziò a chiedere con insistenza un sovrano. Samuele mostra chiaramente di preferire la tradizione di cui egli è rappresentante, sebbene il Signore stesso l’abbia incaricato di ungere un re. L’unzione era simbolo della scelta da parte di Dio e testimoniava dell’avvenuta consacrazione, al punto che, anche quando Saul cadde in disgrazia, rimase comunque “l’unto dell’Eterno”.

È particolarmente indicativo il versetto iniziale: “Il Signore non ti ha forse unto perché tu sia capo della sua eredità?”. Il Signore non ci ha unti per farci partecipi della Sua eredità? Certamente sì! Il regno dei cieli è dato in eredità a quanti chiedono e ricevono l’unzione da parte di Dio. Dopo il commiato da Samuele, il Signore mutò il cuore di Saul, e tutti i segni cui Samuele aveva fatto cenno accaddero puntualmente.

Il “mutamento” di cuore è la tappa iniziale per chi crede. Dio investì Saul con il Suo Spirito e fu trasformato, all’istante, in un altro uomo. Era l’opera del Signore che si compiva, era la presenza dell’Eterno a fianco di quel beniaminita che rendeva possibile quel cambiamento. Saul profetizzò in mezzo a un gruppo di profeti. Nessuno se l’aspettava e lo stupore fu generale. Non si rendevano conto del fatto che Dio aveva operato in lui. Sapevano chi era e si meravigliavano del fatto che fosse tra i profeti.

Il mondo deve vedere in noi qualcosa di diverso. Deve chiedersi che cosa ci è accaduto. Dal canto nostro dobbiamo riflettere la luce di Dio ed essere luce per il mondo.

L’importante però è perseverare. Saul non lo fece, e Dio lo rigettò.

Facciamo nostre le parole del profeta quando dice: “Solo temete il Signore e servitelo fedelmente, con tutto il vostro cuore; considerate infatti le cose grandi che egli ha fatte per voi!” (I Samuele 12:24).

 

Lettura biblica: I Samuele 10:1-16 [vd. Romani 8:12-17]