Follia Regale

Follia Regale

“Samuele disse a Saul: Tu hai agito stoltamente; non hai osservato

il comandamento che il Signore, il tuo Dio, ti aveva dato.

Il Signore avrebbe stabilito il tuo regno sopra Israele per sempre”

[I Samuele 13:13]

 

Si stava ora assistendo alla dispersione del popolo. Alcuni fuggirono oltre il Giordano, altri si rifugiarono nelle grotte o nel deserto Alcuni dei più coraggiosi risposero all’appello di Saul, e si radunarono a Ghilgal; ma il popolo “tremava”. L’unica speranza era in un potente intervento dell’Eterno. Il Suo profeta, Samuele, avrebbe dovuto raggiungere Saul il settimo giorno. Il giorno stabilito giunse; passarono le prime ore, tuttavia di Samuele non c’era traccia. Le misere forze di Saul si facevano sempre più vacillanti, ed egli si attendeva ormai una diserzione totale, se non fosse accaduto qualcosa di formidabile. Perché Samuele non arrivava? Possiamo ben comprendere lo smarrimento e l’impazienza di Saul. Se soltanto avesse capito che Dio lo stava mettendo alla prova, e che Samuele sarebbe arrivato al momento giusto! L’ubbidienza di Saul, sulla base della quale aveva accettato il trono, veniva ora provata. Purtroppo egli venne meno. Perse la pazienza. Guardò alle circostanze con gli occhi del sovrano e del guerriero, invece che con gli occhi del servo di Dio. Usurpò il posto del profeta e del sacerdote, dicendo: “Portatemi l’olocausto e i sacrifici di riconoscenza”. Il v. 10 dice: “Aveva appena finito di offrire l’olocausto, che arrivò Samuele”. Il nostro testo esprime il verdetto del profeta: “Tu hai agito stoltamente; non hai osservato il comandamento che il Signore, il tuo Dio, ti aveva dato”. Povero Saul! Si trattava di una prova dura, ma necessaria, perché egli era il primo re di Israele, e le sue azioni avrebbero costituito dei precedenti per i suoi successori.

Qualcuno chiese a George Müller: “Come ottieni la guida?”. Egli rispose: “Prego fin quando arriva la luce di Dio”. “E se la luce non viene?”. “Attendo fin quando essa arriva”. L’attesa è spesso una prova maggiore dell’azione.