L’Esempio Di Gionatan

L’Esempio Di Gionatan

“Gionatan … informò Davide della cosa e gli disse:

Saul, mio padre, cerca di ucciderti; quindi, ti prego, sta’ in guardia

domani mattina, tieniti in un luogo segreto e nasconditi”

[I Samuele 19:1, 2]

 

La rabbia montante di Saul nei confronti di Davide, porta il re d’Israele ad architettare un piano per sbarazzarsi, una volta per sempre, di quel giovane brillante, che egli vedeva come un rivale capace di insidiare il suo primato.

In tutta questa vicenda, riveste un ruolo tutt’altro che secondario proprio il figlio di Saul, quel Gionatan che si premura di avvisare Davide e induce il padre ad accantonare quei progetti criminali volti all’eliminazione fisica del figlio d’Isai.

In Gionatan hanno il sopravvento la stima e l’affetto personale per Davide, ma probabilmente non era estranea una lettura in chiave spirituale degli avvenimenti che si stavano svolgendo sotto i suoi occhi. Gionatan, nella sua sincerità, non poteva non riconoscere nelle imprese di Davide il favore dell’Eterno, non poteva negare che quel giovane e inesperto pastore aveva fatto volgere in favore d’Israele le sorti della guerra contro i Filistei.

Il figlio di Saul è per noi un esempio di equilibrio, ponderatezza e obiettività. Egli non prende, per partito preso, le difese della causa paterna; egli non è tentato di difendere aprioristicamente i suoi interessi dinastici, ma ha il coraggio di dissuadere il padre, e di prendere apertamente le difese di Davide. Dovremmo imparare anche noi a essere, in qualsiasi situazione, equanimi e imparziali evitando di operare sempre una precisa scelta di campo a favore dei nostri familiari o delle persone che ci sono particolarmente care. La rettitudine e l’integrità cristiana ci dovrebbero impedire di avere un occhio di favore per qualcuno, se questo va a scapito del rispetto e dell’amore che dovremmo avere nei confronti di qualunque persona, ma in modo particolare nei riguardi dei fratelli in Cristo.

 

LETTURA BIBLICA: I SAMUELE 19:1-24 [VD. ATTI 23:12-22]