L’azione dello Spirito

L’azione dello Spirito

“Spanderò sulla casa di Davide e sugli abitanti di Gerusalemme lo spirito di grazia e di supplicazione; essi guarderanno a me, a colui che essi hanno trafitto, e ne faranno cordoglio come si fa cordoglio per un figlio unico, e lo piangeranno amaramente come si piange amaramente un primogenito” [Zaccaria 12:10]

Queste parole profetiche sono ricche di suggestione e certamente ci commuovono al pensiero che si sono adempiute quando Gesù, crocifisso, fu innalzato tra cielo e terra. Ma esse ci rivelano pure quello che accadrà quando i Giudei scopriranno che Colui che avevano trafitto e rifiutato era veramente il Messia da loro tanto agognato e atteso.

Quale dolore proveranno nel riconoscere di aver ucciso “il Signore della gloria”. Ma quel dolore sarà ben presto trasformato in gioia, poiché il Messia ripudiato si rivelerà disposto a perdonare i loro peccati. Questa esperienza del popolo d’Israele che fa ritorno al Signore è sintetizzata nella vicenda di Saulo da Tarso, prima persecutore e poi apostolo di Cristo. Ma, come “peccatori salvati per grazia” non possiamo fare a meno di pensare con rammarico al tempo in cui anche noi consideravamo Gesù un perfetto estraneo.

Egli era il nostro Salvatore e noi non Lo riconoscevamo; era il nostro Dio e non Lo adoravamo, era il nostro Maestro e non Lo ascoltavamo. Quanto tempo abbiamo trascorso lontani da Lui, nell’indifferenza e forse nella ribellione! Oggi, poiché lo Spirito Santo ci ha convinti, facendoci riconoscere Cristo come nostro Salvatore, Signore e Maestro, ci rammarichiamo per quegli anni trascorsi lontano da Lui. Riguardando a Gesù sulla croce, piangiamo per il nostro peccato e per la nostra indifferenza. Ora, però, Egli è tutto per noi e per questo vogliamo indicare Cristo ad ogni uomo, quale unica soluzione per i problemi dell’individuo e della società.

Quando contempliamo Cristo Gesù, meditiamo sulle Sue sofferenze e consideriamo la Sua morte sulla croce, non possiamo fare a meno di commuoverci, riconoscendo che ha sopportato ogni cosa unicamente per provvederci la salvezza.

Che ogni persona possa riguardare a Lui, alla Sua opera sul Calvario e riconoscerLo come proprio Salvatore!